Mastermind imprenditoriale

Che cos’è un mastermind imprenditoriale

Potresti aver sentito nominare di recente la parola “mastermind” per via di una canzone famosa di Taylor Swift o potresti conoscere il gioco da tavolo con questo nome, ma potrebbe essere nuovo per te il concetto di mastermind imprenditoriale. La canzone, il gioco e il mastermind imprenditoriale hanno un aspetto in comune, seppure in contesti diversi: fanno riferimento al potere della nostra mente per raggiungere il risultato desiderato. Che sia per conquistare la persona amata come nella canzone, decodificare il codice segreto dell’avversario come nel gioco o far crescere esponenzialmente il business come nel mastermind imprenditoriale. Vediamo meglio di che cosa si tratta.

Mastermind: significato

La parola “mastermind” è un termine inglese composto da due elementi: mind = mente e master = maestro, riferendosi al potere di una mente particolarmente brillante. In italiano potremmo tradurlo con talento o mente superiore. Nel campo imprenditoriale si riferisce al potere dell’incontro periodico tra menti imprenditoriali per sostenersi nella crescita esponenziale dei propri business.
Un aspetto chiave del successo del mastermind è che la somma è più delle singole parti, ovvero il brainstorming tra queste menti brillanti genera soluzioni che vanno ben oltre a ciò che una singola persona da sola potrebbe pensare. Ed è proprio su questo specifico aspetto che ha puntato la sua attenzione il noto autore di libri sul successo e sulla ricchezza Napoleon Hill, considerato il padre del mastermind moderno. Nel suo libro “Pensa ed arricchisci te stesso” del 1937 dichiara che il mastermind è:

Il coordinamento della conoscenza e dello sforzo tra due o più persone che lavorano per uno scopo preciso in spirito di armonia… non ci sono mai due menti che si uniscono senza creare una terza forza invisibile e intangibile, che può essere paragonata a una terza mente.”

Dunque è proprio questo il punto di partenza per scoprire il potere del mastermind: la nascita di una “mente collettiva” che va oltre le singole menti che la compongono.

Mastermind
Immagine free presa da Pexels

Come fare un mastermind

Dopo le prime modalità di incontro più informali, il mastermind, nel corso degli anni, si è evoluto verso forme sempre più organizzate e strutturate. Ecco, più in dettaglio, gli aspetti principali da considerare se si vuole organizzare un mastermind:
1) Scopo: va individuato in modo chiaro il motivo per cui si vuole organizzare il mastermind, perché da questo elemento chiave derivano tutti gli altri. Per esempio lo scopo potrebbe essere quello di aumentare x2 o x3 il numero dei clienti e di raddoppiare il fatturato.
2) Partecipanti: una volta individuato lo scopo, vanno delineate in modo chiaro le caratteristiche dei partecipanti più adatti, in modo che siano accomunati da valori e finalità e che abbiamo caratteristiche omogenee. Per esempio possono essere imprenditrici o imprenditori con un certo livello di fatturato o che si trovano ad un certo stadio di sviluppo del business. Inoltre, è importante che i partecipanti abbiano una certa attitudine allo scambio e alla condivisione.
3) Numeri: il numero dei partecipanti ad un mastermind può variare da un minimo di 3 o 4 partecipanti ad un massimo di 8 o 10, così che tutte le persone abbiano uno spazio e un tempo adeguato. Esistono anche dei mastermind più numerosi, che arrivano a gruppi anche di 20 o 30 persone: in questi casi è fondamentale che vi sia un facilitatore per agevolare la parte organizzativa e, solitamente, si procede a dividere in partecipanti in sottogruppi più piccoli, di 3 o 4 persone.
4) Temi: per garantire la buona riuscita di ogni incontro, è preferibile che ci sia un tema introduttivo della giornata, così da focalizzare l’attenzione di tutti i partecipanti. I temi possono riguardare ambiti diversi come il branding, il marketing e le vendite.

Mastermind: regole

Per garantire la massima efficacia del mastermind è molto importante stabilire delle regole di base e assicurarsi che siano comprese e condivise dai partecipanti. Ecco come funziona un mastermind:

  • Durata: per vedere degli effetti, è fondamentale che i partecipanti prendano parte agli incontri con continuità e che questa esperienza si protragga nel tempo (per circa un anno). La partecipazione sporadica e non continuativa rischia di diminuire in modo consistente i risultati.
  • Luogo: gli incontri possono avvenire in presenza, a livello locale, oppure online, se i partecipanti si trovano in zone lontane tra di loro. Nel caso degli incontri online si possono utilizzare delle piattaforme per videochiamata, come zoom, oppure delle vere e proprie piattaforme per la formazione, come Kajabi che, oltre alla possibilità di fare videochiamate di gruppo, consentono di caricare materiali formativi.
  • Facilitatore: per supportare al meglio i partecipanti, sia dal punto di vista organizzativo che motivazionale, è sempre più diffusa nei mastermind la presenza di un facilitatore. Si tratta di un coach esperto che ha il compito di aprire e chiudere gli incontri con il tema del giorno, di condividere le regole della riunione e di occuparsi di verificare come procede il percorso dei partecipanti, favorendone il coinvolgimento e la partecipazione e supportandoli in caso di dubbi o difficoltà.
  • Frequenza: i partecipanti si incontrano periodicamente con una cadenza prestabilita sin dall’inizio, che di solito è mensile o quindicinale. Nel caso di incontri mensili è importante mantenere i partecipanti motivati e ingaggiati, per questo motivo, soprattutto per i mastermind online, è ideale avere in piattaforma uno spazio dedicato alle domande e assegnare dei piccoli compiti o esercizi da svolgere tra un incontro e l’altro. Può essere utile anche abbinare i partecipanti a coppie, invitandoli a trovare il proprio buddy, ovvero un’altra mente imprenditoriale con cui sentirsi individualmente tra un incontro e l’altro del mastermind, così da avere un supporto più personalizzato.
Mastermind group
Immagine free presa da Pexels

I benefici del mastermind imprenditoriale

Partecipare ad un mastermind, offre numerosi benefici, che impattano sia sullo sviluppo del business che sulla crescita personale dell’imprenditrice e che fanno sì che il mastermind group vada oltre il networking professionale, ecco i principali:

  • Ascolto senza giudizio: entrare a far parte di un gruppo di fari che comprende perfettamente gli alti e bassi della vita imprenditoriale perché li ha vissuti in prima persona, consente di rivelare liberamente le proprie vulnerabilità e paure
  • Supporto: durante il percorso possono presentarsi ostacoli e momenti di difficoltà e finalmente non si è più sole nell’affrontarli, si ha un gruppo di pari con cui confidarsi a da cui ricevere aiuto nei momenti più critici dello sviluppo del proprio business
  • Motivazione: è facile stabilire degli obiettivi, ma è più difficile perseguirli fino in fondo. Avere un appuntamento fisso con altre compagne di viaggio con cui confrontarsi periodicamente, consente di rimanere motivate per tutta la durata del percorso perché quando si pensa di mollare o si è già di morale, si trova subito sostegno
  • Consigli di business: uno dei motivi che rendono imperdibile il mastermind è la presenza di altre menti imprenditoriali che possono offrire incredibili consigli di business. Ho avuto l’opportunità di partecipare in prima persona a dei mastermind e quello che mi ha colpito è che i consigli di business che ho ricevuto dalle altre imprenditrici sono stati davvero super, alcuni erano consigli ai quali da sola non avrei mai pensato e che mi hanno sorpresa!
  • Leadership: durante la fase di condivisione tra imprenditrici, dove ognuna ha a disposizione un certo tempo per raccontare le proprie vittorie e sfide, si alternano vari ruoli: una persona svolge il ruolo di leader che facilita la conversazione, un’altra tiene il tempo e un’altra prende le note. In questo modo, a turno, ognuna allena la propria leadership, la propria gestione del tempo e il proprio ascolto
  • Formazione: durante il percorso mastermind il facilitatore condivide periodicamente materiali che possono favorire sia la crescita personale che quella del business, con contenuti e strumenti pratici da applicare durante il viaggio.

Come partecipare a un mastermind

Se tutto quello che hai scoperto fino a qui sul mastermind ti ha appassionato magari, seguendo tutte le indicazioni che hai appena letto potresti, in futuro, essere proprio tu a lanciare il tuo mastermind. Ma prima di occuparti di tutti questi aspetti organizzativi, come primo passo, potresti cercare un mastermind già esistente. Se sei alla tua prima esperienza con il mastermind, ti consiglio di cercarne uno che abbia uno scopo che ti sta a cuore e che sia alla ricerca di partecipanti che siano simili a te e siano orientati a raggiungere i medesimi risultati. Se ti piacerebbe prendere parte a un gruppo mastermind dedicato in particolare a imprenditrici con un business già avviato, guidate da un forte desiderio di portarlo al prossimo livello di successo e di prosperità, potresti essere la candidata ideale per Inner Circle, il primo mastermind italiano di She Heals The World. Si tratta di un brand che da anni si occupa di guidare le imprenditrici verso il successo del loro business, unito alla una realizzazione personale e in armonia con la propria vita privata.

Scopri se sei la candidata ideale per Inner Circle

business coach blog

Miriam Bruera

BUSINESS COACH

Leggi gli articoli del mio blog per trovare suggerimenti per il tuo business, spunti per la tua attività e scoprire qualcosa in più su di me.

Buona lettura!

POST DA NON PERDERE

CATEGORIE

NEWSLETTER

VUOI RICEVERE OGNI TANTO MIE NOTIZIE?

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER
Per ringraziarti ti invierò subito un piccolo dono.